top of page

Alberto Giacometti e la Bregaglia

Blog:


Alberto Giacometti: uno dei più iconici scultori e pittori del XX secolo che ha fortemente influenzato l'arte moderna. Il suo stile surreale si trova nei musei di tutto il mondo.



Era una figura importante del surrealismo e le sue opere spesso presentano temi come la solitudine, l'isolamento, l'alienazione dalla società, l'angoscia esistenziale e il dolore di essere umani. Nato in Svizzera nel 1901 a Borgonovo, vicino al confine italiano, Giacometti era cresciuto con l'incoraggiamento del padre pittore post-impressionista ma anche nella sua ombra, in seguito si è trasferito a Parigi per proseguire la sua carriera artistica e ha sviluppato uno stile unico caratterizzato da figure allungate con grande attenzione ai dettagli. Quando tornava in Svizzera in vacanza, però, continuava a fare ritratti di famiglia in uno stile più convenzionale, come a rendere omaggio al padre.

Giacometti voleva cogliere una realtà sempre sfuggente e per questo torna sempre agli stessi visi conosciuti, in un processo di riduzione progressiva fino a scoprire l'essenziale.Le sue figure ieratiche, immobili, dallo sguardo fisso, sono come dèi primitivi, come le statue etrusche che Giacometti tanto ammirava. Come le più grandi opere d'arte, sono eterne e fuori dal tempo. Le opere di Giacometti sono state esposte in varie prestigiose mostre internazionali, tra cui documenta IV a Kassel nel 1968 e la Biennale di Venezia nel 1952, dove vinse il Gran Premio per la pittura. È particolarmente noto per le sue sculture in bronzo fuso, come Walking Man I (1960) e Pointing Man (1947).


L'artista subì un ictus che lo lasciò paralizzato su un lato nel 1947, facendo sì che il lavoro di Giacometti si spostasse verso pezzi più astratti fino al 1951, quando tornò agli stili figurativi grazie all'ispirazione da antiche opere d'arte trovate durante gli scavi archeologici che si svolgevano vicino al suo studio ad Arles, in Francia. Nel 1964, è stato insignito del Gran Premio alla XXXVII Biennale di Venezia, mentre nel 1965 ha ottenuto la piena adesione all'Académicien des beaux arts francese.


Nel 2013 è stata istituita la Fondazione Centro Giacometti che ha la sua sede a Stampa ed il compito di gestire il Centro Giacometti che è un centro di informazione, documentazione e di cultura gestito in modo professionale sull’operato della famiglia di artisti Giacometti nella Val Bregaglia. Allo stesso tempo il Centro organizza mostre di elevata qualità e dall’alto pregio didattico in edifici e all’aperto, ed elabora percorsi tematici.


Una splendida opportunità combinare il paesaggio e la storia con l'escursionismo e creare un'offerta turistica che si basa su valori come il rispetto, la rigidità scientifica, l'autenticità, l'unicità, lo sviluppo sostenibile, la tradizione, l'identità locale.

5 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page